Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

CONFERENZA FINALE DEL PROGETTO

CEPS in collaboration with EMA RTV of Spain, Radio Popolare of Italy and ERT of Greece invites you to our interactive webinar  on “Debating and Communicating European Cohesion to Citizens – The case of Southern Europe”  

This short interactive event presents the lessons learnt from a number of radio programmes in Spain, Italy and Greece, which discussed the EU Cohesion Policy with a focus on addressing the concerns of citizens. This initiative was carried out in the form of dialogues with experts, the press and the public.  This was done under the umbrella of the project Radio Agora supported by the European Commission’s Regional and Urban Policy Directorate General.  The objective of Radio Agora was to inform citizens and improve their knowledge of the EU Cohesion Policy through radio debates. The Radio Agora experience offers many insights on the concerns of citizens and their understanding of these EU policies. The lessons  are highly relevant to the present situation, when the European Union is providing large rescue packages to counteract the impact of COVID-19, in addition to the normal EU policies supporting cohesion. 

30 September 2020

Time 10:00 am to 11:15 am CEST

____________

 PROGRAMME –  DEBATE USING POLLING AND OPEN QUESTION TECHNOLOGIES

10:00 Welcome and description of the project, Guillaume Buteau, Project coordinator, EMA RTV

10:10 The lessons of Radio Agora, Jorge Núñez Ferrer, Senior Research Fellow, CEPS

10:25 Communicating EU Cohesion Policy from the perspective of the European Commission, Nicola de Michelis, Director, Smart and Sustainable Growth and Programme Implementation in Cyprus, Greece, Italy, Malta, Portugal and Spain

PUNTO DI PARTENZA

Incoraggiate da movimenti ultranazionalisti ed euroscettici, negli ultimi anni si sono formate correnti di pensiero che mettono in discussione il futuro dell’Unione europea. Avvantaggiandosi degli effetti della crisi economica, umanitaria e di valori in cui siamo immersi, queste ideologie hanno catalizzato il malcontento dei cittadini ai fini elettorali, acquisendo così un peso considerevole all’interno delle istituzioni statali dei rispettivi paesi.

Contrastare la narrazione che i sovranisti fanno dell’Unione Europea significa dare ai cittadini le informazioni e la conoscenza degli innegabili progressi in materia di coesione vissuti da tutti i suoi membri negli ultimi decenni in una moltitudine di ambiti economici, sociali e territoriali. Significa recuperare quello spirito comunitario che è alla base  del lungo periodo di  convivenza pacifica in cui si trovano, per la prima volta nella storia, i paesi europei.

In questo processo di individuazione e riconoscimento dei valori comuni europei, i media hanno svolto, svolgono e devono continuare a svolgere, oggi più che mai, un ruolo essenziale per la loro diffusione, ma anche per promuovere la riflessione, il dibattito e l’analisi critica su questo spazio comune di convivenza che è per tutti noi l’Europa. 

PARTNERS

CONTENUTI

COLLABORATORI

Skip to content